mercoledì 3 gennaio 2018

DOPPIO MALTO BREW RESTAURANT A ROMA



Nella Capitale è arrivata la birra artigianale di Doppio Malto Brew Restaurant
E’ il nono store in Italia del brand Doppio Malto con una occupazione in continua crescita che ad oggi conta oltre 200 risorse. Nel menù di Fontana di Trevi 12 differenti prodotti brassicoli e piatti gourmet come il Galletto alla birra e il Birramisù.

Non è il solito posto dove prendere un semplice boccale di birra per una veloce pausa pranzo o per una anonima serata con gli amici a chiusura di giornata, ma è qualcosa di più: a fare la differenza è DoppioMalto Fontana di Trevi, nuovo Brew Restaurant aperto nel pieno centro di Roma in Via Poli 50/52 a pochi passi da Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e Via Veneto. Il locale, di proprietà di Food Brand Spa, azienda specializzata nella creazione e gestione di format del settore food retail, è dedicato alla birra artigianale abbinata alla buona cucina ed è il  luogo dove la sosta, oltre ad essere un divertimento, è convivialità e qualità nel senso di vera artigianalità birraia segnata e valorizzata da 12 tipi di birra che hanno ottenuto oltre 90 premi internazionali, affiancati da prodotti stagionali e speciali, lavorati dallo stabilimento di Erba (Como) in una logica di filiera corta.

Il birrificio di proprietà e il progetto ristorativo, nato 13 anni fa dalla passione del mastro birraio Alessandro Campanini e diventato brand grazie all’imprenditore Giovanni Porcu, rispettando il piano industriale stabilito un anno fa, conta oggi in Italia, con l’apertura nella Capitale (600 metri quadrati per circa 170 coperti) già nove punti vendita: Erba, Scalo Milano, Verona, Dormelletto-Novara, Marcon-Venezia, Erbusco-Brescia, Roma Fontana di Trevi, Bologna e Casnate-Como (inaugurazione il 22 dicembre p.v.). Nella prima metà del 2018 sono in cantiere le aperture di altri otto locali e l’ampliamento della storica fabbrica di birra di Erba che sarà completato entro la fine del 2018 e avrà una capacità produttiva a pieno regime di 5 milioni di litri. La catena Doppio Malto, che ha preso il via con l'idea di sviluppare anche una rete di franchesee, ha in squadra oltre 200 risorse e a breve supererà le 300 unità. Ogni locale dà lavoro infatti, in media, a 22 dipendenti.

I Brew Restaurant sono stati pensati e realizzati utilizzando strutture imponenti e locali caratterizzati da ampi spazi arredati in stile industriale newyorkese che ricordano una fabbrica di birra e offrono ai clienti la chance di conoscere, all’interno della maggior parte dei locali, le fasi di produzione dalla cottura al confezionamento. Il format, oltre all’area ristorante, comprende laboratori di sperimentazione brassicola, beer shop, zone relax e gioco (tra cui un campo di bocce e calcio balilla) per creare subito un ambiente familiare necessario a sentirsi come a casa. All'interno di ogni locale anche l’angolo dove trovare i principali oggetti di culto dell’appassionato di birra artigianale, come i growler, i tradizionali contenitori da 2 litri per la birra alla spina d’asporto.
Dal punto di vista gastronomico la forza di Doppio Malto è, a differenza di altri, la naturale possibilità di contare su un’ampia produzione di birre artigianali che consentono di lavorare sulla combinazione con spezie, agrumi e altre essenze che esaltano, senza essere invadenti, il sapore della birra dando vita a piatti particolarissimi realizzati con la bionda come il Galletto alla birra marinato 24 ore con Crash beer o la Cipolla in agrodolce di birra realizzata con la Old Jack e presente nel burger con caprino, proprio per contrastarne il sapore forte e deciso. Tra i dolci il Birramisù e la Torta al cioccolato realizzata con la birra Mahogany. Tutti i piatti sono accompagnati dalla maionese realizzata con la Old Jack di Doppio Malto. Non mancano taglieri di formaggi, hamburger preparati con carne fresca di Black Angus e Carne alla brace cotta con forni a carbone vegetale.

Già presenti in alcuni brew restaurant della catena, e a breve anche a Roma, i Cocktail con la Birra stanno diventando i preferiti degli estimatori di Doppio Malto sempre attenti alle novità e sempre pronti a sperimentare il gusto in evoluzione delle birre artigianali.



Aperti tutti i giorni dalle 11:00 alle 2:00
Per prenotare: 0687153558
romatrevi@doppiomalto.com

Ufficio Comunicazione e Stampa                                                                                   
Fabiola Pulieri. Mob. 3355707416                                                                                   
E-mail: pulierifabiola@gmail.com                                                                               

Gianluca Pacella . Mob. 3385816644


lunedì 11 dicembre 2017

DESITA AWARD 2017 - PIZZA EXPERIENCE



Conclusa la prima edizione del design contest internazionale, DESITA AWARD - PIZZA EXPERIENCE: vince la "Pizzeria Nomade" The Sail di Vincenzo Sorrentino.

Ideato e promosso da DESITA in collaborazione con Fondazione QUALIVITA  e TUTTOFOOD di Fiera Milano e con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il concorso ha coinvolto designer e creativi under 35 di ogni angolo del pianeta, per ripensare l'esperienza attorno alla pizza.
I tre progetti vincitori dell'innovativo design contest internazionale, sono stati premiati a Roma presso la terrazza del Marriott Grand Hotel Flora di via veneto. Sul gradino più alto del podio la "Pizzeria Nomade" The Sail di Vincenzo Sorrentino; secondo l'americano Nicholas Bendercon The Paperoni, terza la peruviana Vania Valeria Adrianzén con Pizzapetite
Menzione speciale per lo slovacco David Toth con E-Pizza, una particolare confezione aereodinamica che facilita la consegna della pizza con i droni.


Spaziano quindi dal design delle pizzerie al packaging, dei dispositivi digitali per il servizio alle modalità di trasporto, le soluzioni innovative che hanno partecipato alla prima edizione del Contest, evidenziando la sensibilità che a livello internazionale ruota attorno a questo autentico simbolo del made in Italy, amatissimo in tutto gli angoli del mondo. Eppure, a differenza di altre situazioni legate al food,  la pizza e la pizzeria sembrano essere rimaste indietro per quello che concerne il rapporto con il consumatore, il design dei locali, la fruibilità del prodotto, i nuovi possibili format.

"L'intento della gara - spiega Omar Cescut - responsabile del progetto per DESITA -  è stato proprio quello di colmare questo gap e ripensare la "pizza experience",  ma anche di studiare nuovi modi e strumenti per rapportarsi con un consumatore che evolve e che consuma la pizza ovunque. Creare quindi dei format, dei prodotti, delle esperienze in grado di esaltare quello che è uno dei fiori all'occhiello del made in Italy."

Le immagini dei progetti sono prese da https://www.desitaaward.com/pizza-experience/

mercoledì 29 novembre 2017

L'ASTI SECCO DOCG PRESENTATO A ROMA IN ANTEPRIMA MONDIALE


Il consorzio per la tutela dell'ASTI ha presentato il 21 novembre 2017, in anteprima ufficiale a Roma,  la nuova versione secca dell'ASTI Docg

L'ASTI Secco Docg è uno spumante ottenuto esclusivamente dall’uva Moscato bianco coltivata nei 52 comuni delle province di Asti, Alessandria e Cuneo, dove i paesaggi vitivinicoli sono patrimonio dell'umanità riconosciuti dall'Unesco. La coltivazione si estende per circa 10000 ettari, aziende viticole interessate sono 3700. La produzione annuale supera gli 85 milioni di bottiglie, di cui 54 milioni di ASTI e 31 milioni di Moscato d'ASTI. L'85% circa della produzione viene esportata. Il nuovo ASTI Secco è frutto della grande tradizione piemontese nell'arte della vinificazione e nella spumantizzazione e conserva quindi la forte identità che contraddistingue lo spumante Astigiano

L'ASTI Secco ha ottenuto la Docg nel 2017. Fresco al palato, il profumo dell'ASTI Secco Docg richiama delicati aromi floreali, acacia, lavanda, salvia e fruttati, mela, pera, banana. Si abbina facilmente a salumi, formaggi freschi, carni bianchi, pesce, crostacei e primi piatti, come il risotto. Di moderata gradazione, va servito freddo a 45 gradi.

La tecnica di spumantizzazione prevede particolari condizioni di fermentazione del mosto con lieviti selezionati: il risultato è un quadro gustativo e olfattivo equilibrato e armonioso.
Sedici i marchi già presenti sul mercato. La produzione ad oggi è di circa 700 mila bottiglie, numeri contenuti per una graduale e continua crescita all'insegna della qualità.

“L’ASTI Secco - commenta Romano Dogliotti, presidente del consorzio dell'ASTI Docg - completa la gamma della Denominazione, portando nel mondo degli spumanti secchi qualcosa che non c'era: il profumo e l'aroma inconfondibile del Moscato bianco. In altre parole, il grande albero del Moscato bianco di Canelli, che fa nascere l'ASTI spumante Dolce Docg e  il MOSCATO d'ASTI Docg, ora offre un frutto in più: l'ASTI Secco Docg.


Il consorzio opera per la tutela, la valorizzazione e la promozione dell'ASTI Docg e del Moscato del MOSCATO d'ASTI Docg in Italia e nel mondo. Svolge funzioni di controllo sull'intera filiera e vigila sulle contraffazione della denominazione. Le aziende consorziate sono 1109 divise fra 53 case spumantiere, 1023 aziende viticole, di cui 116 vitivinicole, 17 azienda vinificatrici, 16 cantine cooperative.

Consorzio dell'ASTI DOCG - Piazza Roma 10 . 14100 ASTI - comunicazione@astidocg.it

lunedì 27 novembre 2017

"A TAVOLA NASCONO NUOVI EROI", una campagna di comunicazione per rilanciare il consumo di uova e carne di coniglio




"A TAVOLA NASCONO NUOVI EROI",  la campagna di comunicazione per rilanciare il consumo di uova e carne di coniglio, promossa dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e realizzata in collaborazione con l’Ismea – Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare,  è stata presentata lo scorso 20 novembre al Ristorante Hostaria Luce  a Roma.

Rilanciare il consumo di uova e carne di coniglio, prodotti importanti per un’alimentazione sana e equilibrata è l’obiettivo di “A tavola nascono nuovi eroi”. Negli ultimi anni, infatti, a causa di un’informazione non sempre corretta, del cambiamento delle abitudini alimentari indotte spesso da pregiudizi e luoghi comuni, oltre che da allarmi incontrollati, gli operatori del settore si sono trovati ad affrontare momenti di crisi. Questo nonostante gli avicoltori e cunicoltori italiani rispettino dei disciplinari di qualità molto scrupolosi a garanzia della salute dei consumatori.


In effetti il consumo italiano pro-capite di uova è pari a 12,6 Kg, contro gli oltre 14 Kg nella UE.
I numeri del settore parlano, per le uova, di una produzione agricola italiana che ammonta a 850.000 tonnellate, pari ad un valore di 1,2 miliardi di Euro. Il fatturato dalle vendite del prodotto finito (confezionato o sgusciato) è pari a 1,5 miliardi di Euro. La produzione è assicurata da oltre 42  milioni di galline, presenti in 3.400 allevamenti, di cui circa 1000 con capacità superiore a 1000 capi. Delle uova vendute il 33%  proviene da allevamenti a terra e il trend di crescita di questo segmento rispetto al 2012 è del 47%.

Per quanto riguarda la carne di coniglio, l’Italia è il secondo produttore e consumatore mondiale (dopo la Cina). Anche qui la necessità di un rilancio dei consumi è testimoniata dal calo costante negli ultimi anni (-12% nei primi 9 mesi del 2017). Attualmente la produzione di carne di coniglio in Italia raggiunge le 55.000 tonnellate, con un consumo che ora sembra essersi stabilizzato intorno a 1 kg pro-capite. Il settore gode di una sostanziale autosufficienza produttiva, e la coniglicoltura italiana si  caratterizza, rispetto a quella europea, anche per l’efficienza produttiva espressa sia in termini di produttività del lavoro che di incidenza del costo dell’alimentazione sul costo totale di produzione. 

A tavola nascono nuovi eroi vuole  sgombrare il campo sia da un’informazione non corretta, sia da falsi convincimenti: un esempio per tutti è dato dalla cattiva reputazione che si è venuta creando intorno alle uova perché contengono molto colesterolo. Andrebbe detto invece che le uova sono uno degli alimenti più nutrienti sulla terra e che un giusto consumo settimanale di uova non solo non crea rischi per la salute ma può migliorare i livelli di colesterolo, aumentando quello buono e diminuendo quello cattivo.

In collaborazione con l’Ismea abbiamo dato vita ad un piano di comunicazione in grado di poter parlare in maniera semplice e diretta ai consumatori allo scopo di contrastare i pregiudizi ed informarli correttamente su qualità e valori nutrizionali delle uova e delle carni di coniglio - sottolinea Luca Bianchi, Capo Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare del MIPAAF.- Un’occasione davvero preziosa al fine di sensibilizzare il nostro Paese ad un consumo maggiore di questi prodotti che rappresentano una risorsa alimentare importante nel panorama agro-zootecnico italiano. La valenza del settore cunicolo è sostenuta non solo dal ruolo primario che riveste a livello nazionale ma anche comunitario e globale, essendo l’Italia il secondo produttore mondiale dopo la Cina”.

La campagna A tavola nascono nuovi eroi, che utilizza una chiave ironica e uno stile dinamico e positivo, sarà veicolata attraverso spot radio e TV, due siti web, (www.super-uovo.it e www.superconiglio.it), l'apertura di canali social. Sono previste inoltre attività di informazione nei mercati rionali e la distribuzione in 800 punti vendita di materiale informativo tra cui un ricettario con 10 originalissimi piatti facili da proporre in ogni circostanza, in modo da rinnovare l’immagine di questi prodotti e renderli sempre più accattivanti anche per il target più giovane.

Il Ristorante Hostaria Luce  a Roma seleziona attentamente la materia prima trasformata con competenza e creatività dalla Chef Necci Bertini che, per l'occasione, ha preparato piatti gustosi e facili da replicare a casa:

Bocconcini di coniglio in pastella, Mini hamburger di coniglio con cipolle caramellate e speck croccante
 Uovo in camicia con salmone, avocado e vinaigrette all’arancia, Millefoglie di coniglio con maionese di peperoni e vinaigrette di taggiasche, Insalata di coniglio
 

zabaione con sorpresa

 Sul ricettario del Mipaaf, ci sono cinque ricette a base di coniglio e cinque abase di uova, con ingredienti facilmente reperibili e semplici da fare an casa.


Per info sulla campagna: eroiatavola@gmail.com, 3276154632 - 3484949204

Ismea
Viale Liegi 26, 00198 - Roma
Tel:  39 06 85568620/458
v.sportelli@ismea.it; a.festuccia@ismea.it